È possibile che si verifichi un rigetto della protesi?

I materiali di cui le protesi sono costituite non inducono rigetto; l’unica circostanza in cui organismo può “espellere” la protesi è l’infezione che si verifica in meno dell’1% dei casi. Nel caso di infezione il Paziente sarà sottoposto a terapia antibiotica e la protesi potrà essere sostituita immediatamente oppure temporaneamente rimossa e reimpiantata a distanza di tempo. Il rischio di infezione è attualmente minimizzato principalmente dall’impiego di protesi la cui superficie è impregnata di antibiotico.

Nel tempo dovrò sostituire la mia protesi peniena?

In più dell’80% dei casi la durata di una protesi peniena supera i 10 anni: nel 75% dei casi la protesi è normalmente funzionante dopo 15 anni. La durata di una protesi non è modificata dalla frequenza del suo utilizzo e non è necessaria alcuna manutenzione. In caso di malfunzionamento meccanico la sostituzione della protesi avverrà in garanzia.

Quale sarà la dimensione del mio pene dopo l’impianto di una protesi peniena?

Le dimensioni del pene dopo l’impianto possono essere calcolate stirando il pene flaccido sino alla sua massima estensione; la lunghezza sarà inferiore di circa il 10% a quella che il pene avrebbe avuto in presenza di una erezione naturale. Occorre tuttavia tenere presente che i modelli di protesi espandibili in lunghezza e larghezza consentono di compensare la riduzione di dimensioni. In ogni caso le dimensioni di pene impiantato saranno sempre superiori a quelle di un pene flaccido affetto da disfunzione erettile.

La vita sessuale dopo l’impianto di una protesi peniena è soddisfacente?

La percentuale di Pazienti soddisfatti dopo l’impianto di una protesi peniena è superiore al 90%, quella delle Partner maggiore dell’85%; una percentuale di soddisfazione simile non si riscontra in alcuna altra terapia della disfunzione erettile. Inoltre, gli studi più recenti evidenziano che l’impianto di una protesi peniena migliora complessivamente la vita di un individuo.